Pressione

Ascisse S.r.l. dispone di un’ampia gamma di manometri, strumenti studiati per la misurazione della pressione, portata e temperatura, grandezze fisiche molto importanti nei processi industriali e chimici. Applicazioni tipiche per questi strumenti si trovano nel settore idraulico, in fluidodinamica, negli impianti chimici e nei controlli di processo,  impianti di pompaggio, misure di portata e tiraggio di camini, stampaggio e presse per materiali plastici o termoindurenti.

Gli strumenti e le sonde a disposizione possono misurare in diversi range

– Pressione assoluta
– Pressione relativa
– Pressione differenziale
– Pressione barometrica

Le nostre proposte:

Prova tenuta Impianti Gas
Testo 312-4

Testo 312-4 Kit base è lo strumento ideale per tutte le prove di tenuta sugli impianti a gas.

Gruppo manometrico digitale
Testo 549

Gruppo manometrico digitale - Testo 549

F.A.Q.

Perché è importante controllare la qualità dell’aria negli ambienti indoor?

La qualità dell’aria indoor (Indoor Air Quality-IAQ) si riferisce all’aria interna che si respira negli ambienti confinati di vita e di lavoro non Industriali quali abitazioni, uffici pubblici e privati, strutture comunitarie, ambienti destinati ad attività ricreative e sociali, mezzi di trasporto pubblici e/o privati. In assenza di adeguata ventilazione, naturale e/o forzata, la qualità dell’aria interna tende ad alterarsi, come conseguenza della presenza e dell’accumulo di sostanze inquinanti, tali da  modificare la normale composizione o stato fisico dell’aria e alterarne la salubrità. Ad esempio elevati livelli di CO2 possono provocare sensazione di stanchezza, mal di testa e sensazione generalizzata di malessere.

A differenza dell’aria viziata caratterizzata da cattivo odore, quella pulita non ha odore e non è percepita dagli occupanti. Con la ventilazione è possibile rinnovare l’aria viziata di un ambiente, sostituendola con aria più pulita e diluire la concentrazione delle sostanze nocive prodotte da fonti interne. La ventilazione degli ambienti svolge quindi un ruolo importante nel garantire una buona qualità dell’aria interna e l’umidità relativa (o grado igrometrico) fornisce indicazioni utili sulla ventilazione di un ambiente.

Perché rilevare fughe di gas?

È negli “ambienti confinati”, quelli con aperture di dimensioni ridotte e ventilazione naturale limitata o assente, che si possono verificare diverse condizioni di rischio (asfissia, avvelenamento, incendio o esplosione, infortuni gravi e mortali). Nell’ambito della sicurezza sul lavoro è vietato l’accesso dei lavoratori in ambienti sospetti di inquinamento o “ambienti confinati” (pozzi neri, fogne, camini, fosse, gallerie, condutture, caldaie) dove ci sia il possibile rilascio di gas deleteri senza essersi accertati dell’assenza di pericolo per i lavoratori o aver risanato l’atmosfera; dunque risulta di primaria importanza dotarsi di strumenti per la misura di gas combustibili (metano, propano, butano, esano,  benzene, etilene, etc.) e idrogeno.