Data logger sistema wireless serie HD35

Il sistema Wireless di registrazione dati permette di misurare e memorizzare i valori di una molteplicità di grandezze fisiche nei più svariati campi di applicazione. Sono disponibili datalogger per il monitoraggio di:

  • Temperatura
  • Umidità relativa
  • Pressione atmosferica e pressione differenziale
  • Illuminamento (lux)
  • Irradiamento UVA, UVB, e UVC
  • Monossido di carbonio (CO)
  • Biossido di carbonio (CO2)
  • Radiazione slare
  • Quantità di pioggia
  • Velocità e direzione del vento
  • Bagnatura fogliare
  • Indice WBGT
  • Accelerazione

Il sistema di acquisizione dati è formato da una parte trasmittente e una parte ricevente a radiofrequenza:

  • Parte trasmittente: posizionata vicino al sensore, trasmette i valori misurati alla parte ricevente. La parte trasmittente è normalmente integrata nello strumento di misura a cui è collegato il sensore.
  • Parte ricevente: riceve i valori misurati e li trasmette al PC.

La parte ricevente o Unità di base potrà essere collegata al PC tramite collegamento USB, Ethernet, Wi-Fi, GSM o RS485 con protocollo MODBUS-RTU. I dati vengono memorizzati sia nella memoria interna della parte trasmittente (sensori ambientali) che trasmessi

Il Software HD35AP-S permette di scaricare e visualizzare i dati, di inserire i dati in un database e di configurare il sistema. La versione di base del software è fornita gratuitamente con l’unità base. Nelle versioni con collegamento Ethernet, Wi-Fi, GSM e uscita RS485, il sistema consente l’invio di e-mail di allarme e la spedizione dei dati memorizzati via e-mail o a un server HTTP (Cloud).

Viene fornito a richiesta anche il servizio di installazione e taratura periodica dei dispositivi.

periodica

Principali applicazioni

Tipici campi di applicazione del sistema di datalogging wireless sono:

  • Sale museali, archivi documentali e bacheche espositive
  • Settore alimentare (contenitori refrigerati, banchi frigo, celle frigorifere, produzione e trasporto di alimenti)
  • Strutture sanitarie (conservazione farmaci, vaccini, sangue, monitoraggio incubatori e sale operatorie)
  • Serre e coltivazioni agricole
  • Analisi ambientali (qualità dell’aria, meteorologia e idrologia)
  • Monitoraggio di pannelli fotovoltaici
  • Trasporto di merci deperibili/fragili e opere d’arte (monitoraggio degli urti subiti mediante misura dell’accelerazione)
  • Condizionamento dell’aria
  • Camere bianche
  • Laboratori
  • Processi industriali
  • Edifici, uffici, scuole
  • Ricerca e Sviluppo

Quali sono i vantaggi del collegamento Wireless?

Rispetto ai sistemi di monitoraggio oggi già molto diffusi con sensori Stand-alone, una rete Wireless offre molteplici vantaggi, mantenendo elevati gli standard qualitativi:

  • La possibilità di gestire completamente i dati acquisiti dai sensori posizionati in diversi punti da un’unica postazione: configurazione del sistema, scarico dei dati, impostazione delle soglie di allarme in funzione degli oggetti da conservare, controllo del segnale radio.
  • I dati potranno essere fruibili in qualsiasi momento ed in qualsiasi parte del mondo grazie all’accesso a piattaforme web o Cloud.
  • Si eviterà il rischio di mancata registrazione dati (a causa per esempio dello scarico delle batterie dei logger).
  • Flessibilità del sistema: l’assenza di collegamenti fiss tra le varie parti consente di spostare in qualsiasi momento senza problemi i componenti del sistema
  • Riduzione dei costi di installazione e manutenzione: l’assenza di cavi permette un notevole risparmio nei costi del materiale e della manodopera oltre a ridurre i costi di manutenzione del sistema

Quanti dispositivi utilizzare?

Nei sistemi di registrazione dati Wireless possono essere utilizzati simultaneamente molti dispositivi, tutti comunicanti con la stessa unità di base.

Il numero di dispositivi da utilizzare dipende:

  • dal numero e dal tipo di grandezze da misurare
  • dalla dislocazione delle zone in cui devono essere eseguite le misure

Esempi:

  • Se si deve rilevare la temperatura in due celle frigorifere poste una accanto all’altra, si può utilizzare un solo dispositivo in grado di misurare contemporaneamente due temperature tramite sonde esterne
  • Se si deve rilevare la temperatura in due locali separati o in due zone di un deposito merci distanti qualche decina di metri l’una dall’altra, occorre utilizzare due dispositivi distinti

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci senza impegno, saremo lieti di rispondere ad ogni vostra domanda